primi sui motori con e-max

Il Master Universitario in Marketing e Management dello Sportgiunto allaXVI edizione,nell’ambito della Settimana della Cultura Sportiva dell’Ateneo di Roma Tor Vergata, ha organizzatouna Tavola Rotonda intitolata:#LoSportivo – figura enigmatica o trasparente per il management?

 

L’evento a cui hanno partecipato numerosi esperti del mondo sportivo si è tenuto nella Facoltà di Economia dell’Università di Roma Tor Vergata.

Con il saluto introduttivo del Direttore del Dipartimento di Management e Diritto della Facoltà di Economia, Ugo Pomante si è aperta la Tavola Rotonda.

A conclusione del suo intervento, il Direttore del Master Marketing e Management dello Sport, Simonetta Pattuglia docente di marketing e comunicazione, ha affermato “Siamo ancora in una fase fortemente innovativa nell’evoluzione dei new media e stiamo ancora sperimentando i media nella loro integrazione con lo sport in una filiera complessa e molto integrata. La reattività verso i media e attraverso i media è inoltre fortemente differenziata a seconda delle diverse generazioni - siano Baby boomers oppure Millennials - che molto diversamente fruiscono i media e si compenetrano con i brand anche dello sport, aziende come campioni. Le nostre ricerche, come quella internazionale, ci dicono largo alla sincerità e all’autenticità nella comunicazione!”. Infine ha concluso Pattuglia: "bisogna dare spazio sempre maggiore all’education e alla education-to-use dello sport". A seguito l’introduzione il Presidente del Master, Sergio Cherubini, “Oggi chi è lo sportivo? Il marketing ha sempre cercato di definirlo segmentando la domanda ma l'uso di questo metodo tradizionale sembra inadeguato nel caso degli sportivi in quanto le singole persone sembrano essere molto più poliedriche e variabili nell’ambito dei vari momenti esperienziali dello sport. Più che in altri settori, sembra necessario passare dalla segmentazione delle persone alla segmentazione delle esperienze. Non esiste la figura unica e profilabile dello Sportivo/a ma tanti profili diversi a seconda dell’esperienza vissuta da una stessa persona. Si potrebbe parlare di "50 sfumature di sportivo"! Da gestire con altrettante sfumature di marketing e management sportivo.”

Ha concluso la parte introduttiva il Direttore del Centro Interdipartimentale di Scienze e Cultura Dello Sport dell’Università di Roma Tor Vergata, Sergio Bernardini, focalizzandosi sull’importanza dello sport nella vita odierna in termini di salvaguardia della salute e dello stile di vita sottolineando il lavoro svolto da Tor Vergata nella creazione di comunità per combattere il disagio sociale nelle carceri.

Laura Perrotta - Responsabile del Centro Studi del CONI - che ha definito #LoSportivo attraverso i numeri aggregati mossi dai differenti sport; Daniela Isetti - Vice Presidente Vicario Federale della Federazione Ciclistica Italiana, -  ha definito il ciclista tra passato e presente in un ciclismo che oggi ha assunto sempre di più i connotati di una realtà sempre in espansione.

#LoSportivo anche per Enrico Castrucci, Presidente della Maratona di Roma, “deve sentirsi l'attore principale dell'evento sia off sia online", mentre per Pietro Tornaboni Founder di Due Ponti Sporting Club “è il vero cliente da curare a 360°.”

“#LoSportivo è la nostra comunità! Gioca, pratica e vive il rugby” ha rafforzato l'idea Daniele Pacini - National Community Manager della Federazione Italiana Rugby. Hanno concluso la giornata di lavori Federico Casotti - Italian Chief Editor di Goal.com che ha spiegato gli aspetti del tifoso di calcio oggi attraverso il concetto di “glocal” - “il globale ed il locale possono essere visti come i due lati della stessa medaglia.”

Max Sardella, Social Media Sports Manager di Sport Next, ha portato la sua esperienza sul campo social suggerendo come stare efficacemente sui social network da parte di un calciatore.  Marco Dalla Dea - Co-Founder di Yak Agency, l’agenzia che cura la comunicazione della ISSF (International Shooting Sport Federation), invece, attraverso il suo intervento ha spiegato come coinvolgere a livello internazionale lo sportivo appassionato di shooting ed infine con Maurizio Scalari, Consultant di Dugout, si è potuto ragionare su un  tifoso, nello specifico di calcio, oggi come un appassionato a livello internazionale di più team cioè di una persona che ha più interessi informativi da esaudire.

La Tavola Rotonda si è rivolta a tutti gli operatori del sistema sportivo, siano essi in organismi privati o pubblici, professionistici o amatoriali, nazionali o locali, interessati a sviluppare competenze di management e marketing orientati alla sostenibilità socio-economica, oltre che sportiva, in un contesto sempre più competitivo.

La Tavola Rotonda è stata inserita nella Settimana della cultura sportiva dell’Università di Roma Tor Vergata che per l’edizione 2017, si è tenuta dal 4 all’11 maggio correndo anche la maratonina UNINET, CUS TV, CSI.

primi sui motori con e-max