Offcanvas Section

You can publish whatever you want in the Offcanvas Section. It can be any module or particle.

By default, the available module positions are offcanvas-a and offcanvas-b but you can add as many module positions as you want from the Layout Manager.

You can also add the hidden-phone module class suffix to your modules so they do not appear in the Offcanvas Section when the site is loaded on a mobile device.

Lunedì 6 Febbraio 2023

News

Il 23 ottobre e il 24 ottobre gli studenti del Master saranno ospiti di Chianciano Terme - già Città europea dello Sport, meta ideale per un mix di conventions, gare, campionati ed allenamenti - per due giorni di approfondimento e visite formative. Il progetto è stato realizzato dal Comune di Chianciano e dalle Terme di Chianciano in collaborazione con il nostro Master. Nell’ambito dell’iniziativa avrà luogo, Sabato 23 alle ore 16,15, alla Sala Fellini del Parco Terme Acqua Santa, il Workshop “Il riposizionamento di Chianciano Terme, della Valdichiana Senese, delle Terme verso il nuovo modello del turismo sportivo” che affronterà il tema del posizionamento territoriale tramite il turismo ed il marketing sportivo e del wellness.

Al Workshop, moderato da Matteo Cardinali, Consulente di Sport Marketing ed Alumno del Master, prenderanno parte: Andrea Marchetti, Sindaco del Comune di Chianciano, Prof.ssa Simonetta Pattuglia, Direttrice, Master in Marketing e Management dello Sport e Carlo Alberto Martellozzo, AD, Terme di Chianciano.

Interverranno:

Gianluca Grosso (Terme di Chianciano)
Roberta Mannucci (UPMC)
Gianluca Valeri (Virtus Buonconvento)
Andrea Fora (Chianciano Sport)
Vincenzo Albanese (CooperSport Chiusi)
Lorenzo Succi (UniRimini)

Interverranno online
Fabio Pagliara (SportCity)
Andrea Cicini (Porto Turistico Roma)
Paolo Bouquet (UniSport Italia)
Andrea Vidotti (TedX Jesolo).

Concluderà il Prof. Sergio Cherubini, Fondatore e Presidente del Master.

Completano i due giorni numerose visite: UPMC (University of Pittsburgh Medical Center), Parco Fucoli e Parco Terme Acqua Santa, Palazzetto dello Sport e Cittadella Sportiva del Castagnolo.

Sono aperte le preiscrizioni online!

XXI Edizione del Master in Marketing e Management dello Sport, A.A. 2021/2022!

Le date dei colloqui valutativi di selezione per gli aspiranti studenti della XXI Edizione del Master :

  • Mercoledì 26 gennaio ore 15
  • Giovedì 24 febbraio ore 10

Scarica il bando e tutte le informazioni a questo link  e compila il modulo  per ricevere ulteriori informazioni e prenotarti ad uno dei colloqui di valutazione.

Pagine e pagine di storia sono state scritte nell’albo d’oro dello Sport italiano!

L’impresa dell’ ItalBasket a Belgrado circa un mese fa, passando per il trionfo ad EURO 2020 nella finale di Wembley, Italia - Inghilterra, vinta dagli Azzurri del CT Roberto Mancini, fino allo storico traguardo raggiunto dal tennista italiano, Matteo Berrettini, nel più antico evento e più importante al mondo torneo di Wimbledon.

In questo dominio azzurro, è arrivata la quinta finale olimpica della splendida Federica Pellegrini e l’argento di Gregorio Paltrinieri negli 800 stile libero.

L’incredibile accade però nella notte del primo agosto! Dopo una settimana inondata di medaglie, succede qualcosa di inaspettato per l’Italia Team: due medaglie d’oro nel giro di soli 10 minuti!Prima, Gianmarco Tamberi con una prestazione super nel salto in alto fa tornare l’Italia dell’atletica a vincere, dopo tredici anni, un titolo a cinque cerchi; poi, l’impresa pazzesca di Marcell Jacobs che sbaraglia tutti e vince la finale dei 100 metri in 9”80, diventando l’uomo più veloce del mondo!

Raggiunto il traguardo da Jacobs, l’abbraccio in pista con Tamberi è la foto del giorno.

Un abbraccio che entra per sempre nel cuore di tutti noi italiani. Stretti, felici, dentro un tricolore pronti a rendere omaggio al grande capolavoro che valgono la storia e che fanno splendere lo sport italiano.Grande apprezzamento e soddisfazione arrivano dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, entusiasta di conferire significato ancora maggiore all’appuntamento per le congratulazioni e i ringraziamenti agli atleti italiani impegnati nei Giochi Olimpici:

“Le parole non bastano e neanche servono. Avete vinto due ori che valgono la storia e la riscrivono, facendo brillare lo sport italiano nel firmamento olimpico”.Non tarda ad arrivare la chiamata del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ai due atleti azzurri: “Siete stati bravissimi, vi aspetto a Palazzo Chigi!”.

Una notte di festa, in auto, al villaggio, in camera, per il velocista azzurro Jacobs, che sul suo profilo Instagram ha postato molti dei numerosissimi messaggi di esultanza sui social da tifosi italiani, famosi e non. "Siete incredibili! Ho sentito tutto il vostro supporto! Promesso che piano piano risponderò a tutti".

Il giorno dopo i due storici successi, arriva il momento della premiazione: i due campioni olimpici salgono sul podio con la divisa bianca dell'Italia, quella della sfilata nella cerimonia di apertura, richiesta espressamente dall'azienda Armani come segno di rinascita dello sport italiano dopo la sofferenza per la pandemia.Ed ecco la scena bellissima: il protocollo Covid impone agli atleti di indossare da soli la medaglia al collo.

Tamberi e Barshim si sono premiati a vicenda, l'uno mettendo al collo dell'altro la medaglia.Marcell Jacobs canta l'inno sotto la mascherina e si commuove: "Sto cominciando a realizzare adesso cosa è successo. La notte scorsa non ho nemmeno provato a dormire, era impossibile. Ma non pensavo fosse così bello essere sul gradino più alto del podio olimpico, nemmeno in sogno ti immagini com'è davvero. Sono la persona più emozionata del mondo".Anche Gimbo in delirio: "Il momento dell'inno e della bandiera che sale più in alto di tutte, è un qualcosa mette i brividi. È uno spettacolo!”. 

Proprio queste sono le Olimpiadi! Qualcosa di unico al mondo e nella vita di un uomo. Grazie ragazzi, grazie azzurri! Forza Italia!!! 

Ph. Rainews.it

Durante la Settimana della Cultura Sportiva di Maggio 2019, giunta alla X edizione, appuntamento che coinvolge l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata in tutte le sue componenti, la campionessa italiana Marianna Caterina Banti ha ricevuto il “Premio Donna nello Sport” - Prima edizione.

Le atlete premiate dal Rettore Novelli e dal Presidente del Coni Malagò, furono, appunto, Marianna Caterina Banti, alla quale fu assegnato il Premio Donna e Sport per “la rilevanza consolidata di una donna che si sia mostrata, negli ultimi anni, straordinariamente attiva nell’ambito sportivo nazionale ed internazionale, conseguendo risultati di eccellenza, valutati sotto diversi punti di vista e ritenuti significativi dalla giuria di esperti che hanno valutato ed indicato la Sua persona come meritevole di questo riconoscimento”, e Francesca Ripandelli , campionessa europea universitaria di judo, alla quale è andato il premio Donna, Sport e Università per il valore prospettico della sua attività agonistica.Felici che la Giuria composta dal Presidente del Coni Lazio Riccardo Viola, Marcel Vulpis, Direttore Sport Economy, e il Comitato organizzatore di Ateneo con Simonetta Pattuglia (Economia- Coordinatore accademico), Mariolina Richetta (Ingegneria), Bruno Ruscello (Scienze Motorie – coordinatore organizzativo), insieme a Dario Farace (Giurisprudenza), Marcello Di Pasquale e Antonio Valerio Spera (Lettere e Filosofia), Manuel Onorati, abbia all'epoca individuato questa personalità che a Tokyo2020 si è assolutamente distinta con la conquista dell'oro insieme al collega Ruggero Tita!

Many congratulations!

Ph. Corriere.it

La squadra azzurra di spada femminile conquista il bronzo alle Olimpiadi di Tokyo 2020!

La friulana Mara Navarria - studentessa del Master in Marketing e Management dello Sport e Atleta del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito Italiano - insieme a Rossella Fiamingo, Federica Isola e Alberta Santuccio, ha battuto per 21-23 la Cina, testa di serie numero 1 della gara a squadre.

Le azzurre avevano ceduto in semifinale contro l'Estonia (42-34) che, già nella prova individuale, aveva eliminato prima Navarria agli ottavi e poi Fiamingo ai quarti, fermando la corsa alle medaglie dell'Italia La voglia di riscatto ha trascinato entrambe, con Navarria fondamentale nel successo che vale uno storico bronzo Al termine dell’incontro,

Mara ha commentato: “Sono felice, questa medaglia la volevo e finalmente è mia e delle mie compagne di squadra; dopo 25 anni l'Italia della spada femminile c'è! La mia medaglia è dedicata ad Andrea, mio marito e preparatore fisico. Senza di lui non sarei qui. Ai miei maestri Roberto Cirillo, Oleg Pouzanov e Dario Codarin va la mia gratitudine per tutto il lavoro sulla tecnica, e ad Alessandro Vergendo e Rosarita Gagliardi per il grande lavoro fatto su mente e respirazione. Un pensiero speciale a Enrico, mio fratello, presenza ferma e costante in fondo alla pedana. Grazie all'Esercito, fondamentale per lo sviluppo della mia carriera!”

Ph. ilfriuli.it